Protocolli medici per dimagrire e rimodellare il corpo. Perché per dimagrire non basta fare una dieta

Top

Dieta del sondino senza sondino

razzano > Trattamenti  > Alimentazione e dietologia > Dieta del sondino senza sondino
Studio medico Razzano

Dieta del sondino (senza sondino)

È un metodo di dimagrimento rapido, efficace, sicuro che dura 5-10 giorni; la miscela amminoacidica viene somministrata per via orale anziché tramite il sondino naso-gastrico; da cui il nome.

Il trattamento è inserito in un percorso rieducativo più ampio il cui scopo è PERDERE PESO RAPIDAMENTE E IMPARARE A MANTENERLO attraverso un’educazione alimentare e una modifica graduale dello stile di vita.

Dieta del sondino senza sondino
Per chi è la dieta-del-sondino-senza-sondino

Per chi è

La dieta del sondino senza sondino è indicata nei seguenti casi:

  • Obesità con BMI > 30
  • Sindrome metabolica
  • Insufficienza respiratoria (apnee notturne, asma, dispnea…)
  • Preparazione alla chirurgia bariatrica

Come funziona la dieta del sondino senza sondino

Durante la giornata, si assume la miscela proteica, disciolta in acqua o in yogurt; mentre a cena, proteine tradizionali da carne, pesce, uova e verdure.

Dopo questa fase si passa, per almeno 2 settimane, ad una dieta normo-proteica classica con l’utilizzo di altri tipi di integratori e verdura. Questa fase si prolungherà fino all’obiettivo ponderale stabilito.

Dopodiché si seguirà una dieta ipocalorica di transizione con progressiva reintroduzione dei carboidrati.

Infine si imposterà un equilibrio alimentare normo-calorico di mantenimento

Dieta del sondino senza sondino yogurt

I risultati della dieta del sondino senza sondino

I primi 10 giorni del trattamento chetogenico consentono un calo ponderale di circa il 10% del peso, preservando la massa muscolare, la tonicità della pelle, con ottimi risultati estetici, in pieno benessere e senza fame.

Nella seconda fase di dieta normo-proteica classica/mitigata si ottiene un ulteriore calo di peso pari a circa 1.0-1.5Kg a settimana.

La fase di transizione riporta gradualmente ad una alimentazione normale e consente un ulteriore lieve calo ponderale.

Infine nella fase di equilibrio alimentare si intraprende un percorso alimentare, associato ad una adeguata attività fisica, atto a consolidare i risultati ottenuti e a promuovere un migliore stile di vita

L’iter

  • Prescrizione esami emato-chimici per escludere patologie renali ed epatiche
  • Prima visita: colloquio, valutazione degli esami emato-chimici, esame clinico e antropometrico, spiegazione ed inizio della dieta.
  • Dopo 3 giorni: valutazione di come il paziente ha vissuto l’inizio della dieta, esame urine per valutazione della chetosi, correzione di eventuali errori, proseguimento della dieta.
  • Dopo 5/10 giorni: valutazione clinica/antropometrica ed esecuzione dell’esame urine completo, prescrizione di dieta normo-proteica.
  • Visite di controllo: ogni 3 settimane fino al raggiungimento del peso obiettivo.
  • Visite di controllo nella fase di transizione: ogni 15 giorni
  • Educazione alimentare>
  • Controlli annuali

Le visite di controllo sono obbligatorie e permettono non solo di controllare i risultati e lo stato di salute generale del paziente ma anche di motivarlo e di supportarlo. Nessun prodotto dietetico viene rilasciato al paziente senza prescrizione del medico

  • Prezzi

    • Prima visita più controlli e miscela aminoacidica: 348€
  • Prenota Ora